Cosa occorre fare per non pagare gli importi fatturati con eccessivo ritardo?
La prescrizione del credito, cioè la possibilità di non pagare importi fatturati con eccessivo ritardo, non è automatica, ma deve essere fatta valere dal cliente con una comunicazione al venditore.

Se vengono fatturati importi relativi a periodi che risalgono a più di due anni prima, il venditore ha l'obbligo di informare il cliente con un apposito messaggio in bolletta, che invita il cliente stesso a comunicare la sua volontà di non pagare gli importi prescritti, ad esempio utilizzando il modulo allegato alla bolletta stessa e scaricabile dal sito internet del venditore.

Se le bollette sono pagate con domiciliazione (SDD - SEPA Direct Debit), l'addebito automatico riguarderà comunque solo gli importi per i quali non si può far valere la prescrizione.

Il venditore può sempre decidere autonomamente di rinunciare agli importi prescritti: in questo caso dovrà informare il cliente e indicare l'importo che non è stato fatturato.


Riferimenti:
  1. Atto 569/2018/R/com Allegato A

Parole chiave:
BollettaPagamentoReclamo.