Come si può fare se l’esercente non ha risposto o se non si è soddisfatti della risposta al reclamo?
Fermo restando l'eventuale diritto all'indennizzo automatico, quando il cliente non riceve risposta o non ritiene soddisfacente la risposta che ha ricevuto, può inviare un reclamo allo Sportello per il consumatore di energia per le procedure speciali a carattere risolutivo (bonus sociale, doppia fatturazione a seguito di switching, mancata erogazione entro i termini massimi previsti dalla regolazione di un indennizzo automatico dovuto, rigetti o mancate risposte da parte delle controparti commercialei dei reclami in materia di switching back, casi di errori nell'addebito del Cmor ) o utilizzare uno strumento di Conciliazione (per controversie tra Clienti finali di energia elettrica alimentati in bassa e/o media  tensione, Clienti finali di gas alimentati in bassa pressione, Prosumer o Utenti finali  e Operatori o Gestori).

Riferimenti:
  1. Atto 209/2016/E/com

Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2016.