Quanto tempo occorre per ottenere l'allacciamento?

Il tempo massimo per la realizzazione dell'allacciamento e, se richiesta, dell'attivazione, è indicato, insieme ai relativi costi, nel preventivo che l'impresa distributrice deve fornire a chi ne fa richiesta.

Se l'intervento è considerato "lavoro semplice", cioè se occorre solo posare il contatore ed eventualmente intervenire sulla presa, il tempo massimo per fornire il preventivo è di 15 giorni lavorativi e il tempo massimo per realizzare l'allacciamento, una volta accettato il preventivo, è di 10 giorni lavorativi; se invece occorrono lavori più complessi, il tempo massimo per il preventivo è di 30 giorni lavorativi e il tempo massimo per realizzare l'allacciamento, una volta accettato il preventivo, è di 60 giorni lavorativi.
Per le richieste di allacciamento e attivazione, il venditore che deve fare da tramite tra cliente e impresa distributrice ha un massimo di due giorni lavorativi sia per inoltrare al distributore la richiesta del cliente sia, in seguito, per trasmettere al cliente stesso il preventivo del distributore.

I tempi massimi previsti per realizzare l'allacciamento e l'eventuale attivazione non comprendono il tempo eventualmente necessario al cliente per eseguire lavori o ottenere autorizzazioni poste a suo carico e indicate nel preventivo (ad esempio, autorizzazioni condominiali), né il tempo eventualmente necessario al distributore per ottenere le autorizzazioni di sua competenza (ad esempio, scavi stradali), purché questi abbia richiesto il primo atto autorizzativo entro 30 giorni lavorativi dall'accettazione del preventivo.


Riferimenti:
  1. Atto 569/2019/R/gas Allegato A (RQDG), Articoli 50-52, 66 e 70

Parole chiave:
AllacciamentoPreventivo.