Come è organizzato il servizio di gestione rifiuti?

Nel settore dei rifiuti operano con specifiche funzioni e competenze lo Stato, le Regioni, gli Enti di governo degli ambiti territoriali ottimali (EGATO), le Province, i Comuni e, a livello sovranazionale, la Commissione Europea.

Il Codice dell'Ambiente assegna allo Stato le funzioni di indirizzo e di coordinamento, alle Regioni quelle di pianificazione e di controllo, alle Province il controllo di esercizio, ai Comuni la regolamentazione operativa attraverso l'approvazione del regolamento comunale per la gestione dei rifiuti.

Il Codice dell'Ambiente prevede anche un livello intercomunale, in cui gli EGATO, istituiti dalle Regioni e dalle Province autonome, provvedono all'organizzazione dei servizi, alla scelta della forma di gestione, all'affidamento della gestione e relativo controllo, all'approvazione dei piani d'ambito.

A partire dal 2018 inoltre, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) svolge funzioni di regolazione e controllo del settore, con l'obiettivo primario di migliorare il sistema di regolazione del ciclo dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati.


Riferimenti:
  1. Decreto legislativo 152/2006 (Codice dell'Ambiente)
  2. Legge 205/2017 (legge di bilancio 2018)