Cerca |  Contatti |  English   
Comunicato stampa

Arera al meeting del Network dei regolatori OCSE a Parigi

Milano, 16 aprile 2019

Autorità di regolazione in prima linea per assicurare che i cittadini e le imprese abbiano accesso ai servizi fondamentali e per creare luoghi prosperi e sicuri per vivere e lavorare, in un contesto di risorse pubbliche limitate e di maggiore complessità rispetto al passato. È questo il principale obiettivo della Rete dei regolatori economici (NER) dell'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), che oggi si è riunita a Parigi.

Questo 12esimo incontro, a cui ha partecipato Andrea Guerrini, componente del collegio di ARERA, membro del Network, e presidente del WAREG (Network regolatori idrici europei), si è focalizzato sulla condivisione delle best practice al fine migliorare l'attività regolatoria. Tra queste Guerrini ha citato l'esempio italiano "grazie alla metodologia tariffaria innovativa introdotta dall'Autorità nel 2014 gli investimenti programmati sono fortemente aumentati, passando da 1,13 miliardi nel 2013 a 3,577 miliardi nel 2018, così come è aumentato il tasso d'investimento realizzato passando nello stesso periodo dal 50% all'80% circa".

In linea con le raccomandazioni OCSE, l'ARERA ha posto all'interno del suo Quadro strategico delle linee di azione volte a innovare la regolazione, ad esempio introducendo maggiore trasparenza sui dati dei gestori idrici sul modello della regolazione di tipo 'sunshine', prevedendo la pubblicazione dei dati di performance dei gestori, in termini di qualità, investimenti e costi, in un'ottica reputazionale, sempre considerando le specificità territoriali.