Bonus sociali

Quali sono i requisiti
Come si ottengono i bonus
A quanto ammontano
Come e quando si ricevono

A quanto ammontano i bonus sociali

Il valore dei bonus sociali elettrico e gas è determinato e periodicamente aggiornato dall'Autorità, in base ai criteri previsti dalla normativa.

Di norma, all'inizio dell'anno l'Autorità aggiorna i valori dei bonus sociali elettrico e gas da riconoscere nel corso di tutto il medesimo anno.

Come per i precedenti tre trimestri, anche per il III trimestre 2022 il Governo ha previsto un rafforzamento dei bonus sociali elettrico e gas al fine di compensare, per i clienti domestici beneficiari delle agevolazioni, gli incrementi della spesa per le forniture conseguenti ai rialzi registrati nei prezzi dell'energia elettrica e del gas naturale. Pertanto, anche per il III trimestre 2022, in considerazione dell'andamento dei prezzi di mercato e della loro volatilità, l'Autorità ha ritenuto opportuno rinviare l'adeguamento annuale dei bonus sociali da riconoscere nel 2022 e, al fine di compensare l'impatto degli aumenti della spesa per la fornitura previsti per il trimestre sui clienti domestici svantaggiati, ha introdotto un bonus straordinario (cosiddetta componente compensativa integrativa - CCI) aggiuntivo a quello ordinario (componente CCE per l'elettrico e CCG per il gas) (che rimane pertanto quello del 2021), valido per tutto il III trimestre.

Nel seguito si riportano i valori del bonus sociale elettrico e di bonus sociale gas per disagio economico in vigore nel III trimestre 2022 (1° luglio - 30 settembre 2022). Nell'ultima colonna della tabella è riportato un esempio di fatturazione mensile (30 gg/mese).


elettricità Bonus elettrico per disagio economico

Il valore del bonus sociale elettrico dipende dal numero di componenti del nucleo familiare ISEE indicati nella DSU.

Valori in vigore nel III trimestre 2022 (1° luglio - 30 settembre 2022)

€/trimestre per punto di prelievo; bonus ordinario (CCE) + compensazione integrativa temporanea prevista per il II trimestre 2022 (CCI).

Bonus ordinario (CCE)
+
Compensazione integrativa temporanea (CCI)

Esempio fatturazione mensile (30gg)

Numerosità familiare 1-2 componenti

142,60

46,50

Numerosità familiare 3-4 componenti

172,04

56,10

Numerosità familiare oltre 4 componenti

201,48

65,70

valori precedenti formato excel

 

gas Bonus gas

Il valore del bonus sociale gas dipende dal numero di componenti del nucleo familiare ISEE, dalla categoria d'uso associata alla fornitura agevolata (solo uso acqua calda sanitaria e/o cottura cibi, solo uso riscaldamento, entrambi i tipi di utilizzo) e dalla zona climatica in cui è localizzata la fornitura.

Le componenti CCI riconosciute per il II e III trimestre 2022 risultano inferiori, rispetto alla componente integrativa CCI riconosciuta nel I trimestre 2022, poiché il bonus integrativo viene calcolato tenendo conto della stagionalità e del minor consumo di gas per l'uso riscaldamento del secondo trimestre rispetto ai mesi invernali di competenza del primo trimestre.

Valori in vigore nel III trimestre 2022 (1° luglio - 30 settembre 2022)

€/trimestre per punto di riconsegna; bonus ordinario (CCG) + compensazione integrativa temporanea prevista per il II trimestre 2022 (CCI)
valori calcolati con arrotondamento a due decimali e tenendo conto del vincolo di divisibilità per 91 giorni del trimestre


Zona climatica
A/B C D E F
Famiglie fino a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura 12,88 12,88 12,88 12,88 12,88
Riscaldamento 9,20 13,80 20,24 26,68 34,96
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento 16,56 21,16 27,60 34,04 43,24
Famiglie oltre a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura 22,08 22,08 22,08 22,08 22,08
Riscaldamento 11,96 19,32 27,60 36,80 50,60
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento 23,00 30,36 39,56
48,76 61,64

valori precedenti formato excel

 

idr Bonus acqua

Il bonus sociale acqua garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante/giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica dell'utente. Il bonus garantirà, ad esempio, ad una famiglia di 4 persone di non dover pagare 73 metri cubi di acqua all'anno.
La quantità dei 18,25 metri cubi di acqua è stata individuata dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 ottobre 2016, come quella minima necessaria per assicurare il soddisfacimento dei bisogni fondamentali della persona. Il valore del bonus idrico, a differenza di quello del bonus  elettrico e gas, non è uguale per tutti gli utenti (in quanto la tariffe idriche non sono uniche a livello nazionale), ma differisce in base all'area geografica in cui si trova la fornitura agevolata.
Dunque, per individuare quale sia il valore dell'agevolazione, gli utenti dovranno consultare il sito del proprio gestore idrico, verificare quali siano le tariffe applicate per il servizio idrico e calcolare l'importo del bonus a cui hanno diritto moltiplicando 18,25 metri cubi per il numero di componenti della famiglia anagrafica e per la somma delle seguenti tariffe:

  • tariffa agevolata determinata per la quantificazione della quota variabile del corrispettivo di acquedotto;
  • tariffa di fognatura individuata per la quantificazione della quota variabile del corrispettivo di fognatura;
  • tariffa di depurazione individuata per quantificazione della quota variabile del corrispettivo di depurazione.

In alternativa, è possibile contattare il call center dello Sportello per il consumatore Energia e Ambiente di ARERAnumero verde 800 166 654, che potrà fornire assistenza nella verifica della correttezza dell'agevolazione applicata.

 

DOMANDE E RISPOSTE