Seguici su:






Rapporti e relazioni

Monitoraggio retail morosità, tassi di incasso dei clienti finali - Rapporto 2022

Morosità

Tassi di incasso dei clienti finali

 

In questa sezione vengono riportate le evidenze del monitoraggio della curva di incasso, avviato nel 2022,ai sensi della determinazione 12/2022 DMRT. Tale monitoraggio ha a oggetto l'evoluzione degli incassi, registrati dagli esercenti la vendita fino a 24 mesi, del fatturato in scadenza in ciascun mese a partire dal 2022, distinti per tipologia di cliente (Domestici, Altri usi connessi in BT per il settore elettrico e Domestici, Condomini uso domestico, Altri usi con consumo ≤ 200.000 Smc/anno, Attività di servizio pubblico per il settore del gas naturale) e tra Mercato Libero e i servizi di tutela.

I dati si riferiscono agli esercenti la vendita:

  1. che riforniscono almeno 100.000 punti, per il 2022;
  2. qualificati come soggetti obbligati alla trasmissione dei dati ai fini del monitoraggio retail (con più di 50.000 punti tra settore dell'Energia Elettrica e settore del Gas Naturale), a partire da gennaio 2023.

I grafici seguenti mostrano l'evoluzione degli incassi in percentuale sul fatturato in scadenza, aggregati per anno. La percentuale di incasso è calcolata distinguendo tra gli incassi avvenuti entro i termini di scadenza o in ritardo, ossia entro 1, 2, 3, ..., 24 mesi oltre la scadenza.

Per il settore elettrico, le curve d'incasso mercato libero e la maggior tutela presentano andamenti simili all'interno del segmento dei domestici e all'interno dei del segmento dei BT altri usi. L'effetto degli interventi normativi e regolamentari attuati nel 2022 sul bonus sociale a beneficio dei clienti domestici ha un impatto sulla curva di incasso.

Per il settore del gas, le curve d'incasso del fatturato nel mercato libero e nel servizio di tutela presentano un andamento simile per i clienti domestici, con percentuali d'incasso del fatturato prossime all'80%, entro alla scadenza, e per entrambi superiore al 90% già nel primo mese oltre la scadenza. Diversamente, per i condomini tali curve sono differenti tra mercato libero e servizio di tutela. In particolare, per tale tipologia di cliente il servizio di tutela presenta in media le percentuali d'incasso più elevate. Per gli Altri usi inferiori a 200.000 Smc e le attività di servizio pubblico, inoltre, le curve di incasso del mercato libero sono disomogenee tra loro.

Diversamente, i grafici seguenti mostrano l'andamento della percentuale di incasso per ciascun mese di scadenza del fatturato, valutata entro la scadenza dei termini di pagamento, entro 1, 3, 6, 9, 12, 18 e 24 mesi oltre la scadenza.

In sintesi si evidenzia come:

  • gli incassi entro la scadenza - nel settore elettrico e per i clienti domestici del settore del gas presentino una leggera tendenza ad aumentare nel periodo considerato, nonostante una certa variabilità tra un mese l'altro. Per le altre tipologie di cliente del settore del gas gli incassi entro la scadenza registrati nel corso del 2022 presentano un andamento più volatile;
  • gli incassi entro un mese oltre la scadenza e due mesi oltre la scadenza - nel settore elettrico presentino una flessione significativa tra marzo e giugno del 2022 e un successivo miglioramento, mentre nel settore del gas vi è una certa volatilità nel corso del 2022.

Bonus sociale, per i Domestici, e conguagli in restituzione al cliente, per tutte le tipologie di cliente, hanno un doppio effetto sulla rendicontazione degli incassi oggetto dell'analisi. In primo luogo, riducono il fatturato emesso al netto delle erogazioni a favore del cliente. Pertanto, è possibile osservare rendicontazioni di incasso entro la scadenza e nei primissimi mesi successivi molto elevate. Successivamente, possono verificarsi delle riduzioni delle percentuali di incasso rispetto a quelle inizialmente rendicontate. Eventuali versamenti al cliente, rendicontati come incassi con segno negativo, possono infatti avvenire anche molto dopo l'emissione della fattura, a causa dei tempi di emissione, ritiro e incasso da parte del cliente di eventuali assegni o a causa dei tempi di risoluzione e gestione di eventuali crediti pregressi vantati nei confronti del cliente stesso, in assenza di compensazione con le partite a suo favore.