Documenti collegati

Provvedimenti

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 03 novembre 2010

Delibera PAS 25/10

Rilascio dell’intesa al Commissario delegato per la ricostruzione, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 17 giugno 2009, n. 3782

L'AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 25 ottobre 2010

Visti:
  • la direttiva 2009/72/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009, relativa a norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica e che abroga la direttiva 2003/54/CE;
  • la direttiva 2009/73/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009, relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale e che abroga la direttiva 2003/55/CE;
  • la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003, relativa a norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica e che abroga la direttiva 96/92/CE;
  • la direttiva 2993/55/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003, relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale e che abroga la direttiva 98/30/CE;
  • la legge 14 novembre 1995, n. 481;
  • il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
  • il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
  • la legge 27 ottobre 2003, n. 290;
  • la legge 23 agosto 2004, n. 239;
  • il decreto legge 18 giugno 2007, n. 73, recante Misure urgenti per l'attuazione di disposizioni comunitarie in materia di liberalizzazione dei mercati dell'energia, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2007, n. 125;
  • il decreto legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito con modificazioni con la legge 24 giugno 2009, n. 77 (di seguito: legge n. 77/09);
  • il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 aprile 2009, recante dichiarazione dello stato di emergenza in ordine agli eccezionali eventi sismici che hanno interessato la provincia di L'Aquila ed altri comuni della regione Abruzzo il giorno 6 aprile 2009 (di seguito: dPCM 6 aprile 2009);
  • l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2009, n. 3754, recante ulteriori disposizioni urgenti conseguenti gli eventi sismici che hanno colpito la provincia dell'Aquila ed altri comuni della regione Abruzzo il giorno 6 aprile 2009;
  • l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 giugno 2009, n. 3782, recante ulteriori interventi urgenti diretti a fronteggiare gli eventi sismici verificatisi nella regione Abruzzo il giorno 6 aprile 2009 (di seguito: ordinanza n. 3782/09);
  • il decreto del Commissario delegato di cui al dPCM 6 aprile 2009 del 16 aprile 2009, n. 3;
  • il decreto del Commissario delegato di cui al dPCM 6 aprile 2009 17 luglio 2009, n. 11;
  • il decreto del Commissario delegato di cui al dPCM 6 aprile 2009 12 ottobre 2009, n. 28 (di seguito: decreto 12 ottobre 2009);
  • l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 dicembre 2009, n. 3833 (di seguito: ordinanza n. 3833/09);
  • la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: Autorità) 29 dicembre 2007, n. 348/07 (di seguito: deliberazione n. 348/07) recante "Testo integrato delle disposizioni dell'Autorità per l'erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione, e misura dell'energia elettrica per il periodo di regolazione 2008-2011 e condizioni economiche per l'erogazione del servizio di connessione" come successivamente modificati e integrati;
  • la deliberazione dell'Autorità 1 dicembre 2009, ARG/com 185/09 (di seguito: deliberazione ARG/com 185/09);
  • la nota del Commissario delegato per la ricostruzione di cui all'ordinanza n. 3833/09 19 ottobre 2010, prot. n. 1550/STM (prot. Autorità 34939 e 35034 del 21 ottobre 2010 ) (di seguito: nota 19 ottobre 2010).
Considerato che:
  • ai sensi dell'articolo 5, comma 1, dell'ordinanza n. 3782/09, con provvedimento adottato dal Commissario delegato di cui al dPCM 6 aprile 2009, acquisita l'intesa con l'Autorità, sono stabilite misure volte alla riduzione dell'importo delle tariffe e degli oneri di sistema per un triennio per i soggetti che alla data del 5 aprile 2009 erano titolari di punti di prelievo localizzati nei comuni colpiti dal sisma e di cui all'art. 1 comma 2 della legge n. 77/09;
  • con il decreto 12 ottobre 2009, il Commissario delegato di cui al dPCM 6 aprile 2009, d'intesa con l'Autorità, ha adottato il provvedimento di cui all'articolo 5, comma 1, dell'ordinanza n. 3782/09;
  • con deliberazione ARG/com 185/09, l'Autorità ha dato attuazione alle disposizioni del decreto 12 ottobre 2009;
  • l'articolo 1, comma 2, lettera c), del decreto 12 ottobre 2009 prevede, per la fornitura di energia elettrica, l'azzeramento dei corrispettivi per il servizio di connessione, nonché dei contributi in quota fissa relativi alla maggior tutela, per le nuove connessioni in bassa tensione, con un limite massimo di 3 kW di potenza, di moduli abitativi di durevole utilizzo e di alloggi di emergenza per permanenza temporanea, destinati ai soggetti titolari dei punti di prelievo di cui all'articolo 1, comma 1, del medesimo decreto 12 ottobre 2009;
  • conseguentemente, il comma 4.1 della deliberazione ARG/com 185/09 prevede che le nuove connessioni in bassa tensione, con un limite massimo di 3 kW di potenza contrattualmente impegnata, destinate all'alimentazione di moduli abitativi di durevole utilizzo e di alloggi di emergenza per permanenza temporanea siano effettuate senza oneri a carico dell'utente finale relativamente:
    1. alle prestazioni regolate dal Titolo II e dall'articolo 25 dell'allegato B alla deliberazione dell'Autorità n. 348/07, compresi i contributi in quota fissa a copertura degli oneri amministrativi dell'impresa distributrice;
    2. agli eventuali contributi in quota fissa all'esercente la vendita per le prestazioni relative all'attivazione della fornitura di un nuovo punto di prelievo;
  • l'articolo 1, comma 1, dell'ordinanza n. 3833/09, prevede che il Presidente della regione Abruzzo assume le funzioni di Commissario delegato per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del 6 aprile 2009, a decorrere dal 1° febbraio 2010 e per l'intera durata dello stato di emergenza, operando con i poteri e le deroghe di cui alle ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri adottate per superare il contesto emergenziale e prosegue gli interventi di primo soccorso e di assistenza in favore delle popolazioni colpite dai medesimi eventi, ad esclusione degli interventi per il completamento del progetto C.A.S.E. e dei moduli abitativi provvisori (MAP) e scolastici (MUSP);
  • l'articolo 1, comma 2, della medesima ordinanza n. 3833/09, prevede che il Commissario delegato di cui al dPCM 6 aprile 2009 cessa dall'incarico alla data del 31 gennaio 2010;
  • con nota 19 ottobre 2010 il Commissario delegato per la ricostruzione di cui all'ordinanza n. 3833/09 ha sottoposto all'Autorità, ai sensi dell'articolo 5, comma 1,  dell'ordinanza n. 3782/09, uno schema di decreto recante modifiche ed integrazioni al decreto 12 ottobre 2009, al fine di estendere i limiti di cui all'articolo 1, comma 2, lettera c), del decreto 12 ottobre 2009, per includere le utenze dei moduli abitativi di durevole utilizzo e gli alloggi di emergenza per permanenza temporanea che necessitano di una potenza superiore a 3 kW, nonché le utenze relative ai servizi generali di moduli abitativi di durevole utilizzo e di alloggi di emergenza per permanenza temporanea organizzati in strutture di carattere condominiale con potenza fino a 30 kW.
Ritenuto necessario:
  • rilasciare al Commissario delegato per la ricostruzione di cui all'ordinanza n. 3833/09 l'intesa dell'Autorità allo schema di decreto trasmesso con la nota 19 ottobre 2010, ai sensi dell'articolo 5, comma 1, dell'ordinanza n. 3782/09

DELIBERA

  1. di rilasciare al Commissario delegato per la ricostruzione di cui all'ordinanza n. 3833/09 l'intesa dell'Autorità allo schema di decreto trasmesso con la nota 19 ottobre 2010, ai sensi dell'articolo 5, comma 1, dell'ordinanza n. 3782/09;
  2. di trasmettere il presente provvedimento al Commissario delegato per la ricostruzione per i seguiti di competenza;
  3. di trasmettere il presente provvedimento al Ministro dell'Economia e delle Finanze, al Ministro dello Sviluppo Economico e al Dipartimento della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  4. di pubblicare il presente provvedimento sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it).
25 ottobre 2010
Il Presidente: Alessandro Ortis