Seguici su:






Per il consumatore

Fine tutela elettricità: cosa fare

I servizi di tutela sono servizi di fornitura di energia elettrica a condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’Autorità, destinati ai clienti domestici che non abbiano scelto un contratto dal mercato libero.

Questi servizi di tutela, tra qualche tempo, non potranno più essere scelti, tranne che dai clienti vulnerabili(per età, difficoltà economiche o disabilità), per i quali sarà possibile avere una fornitura a condizioni regolate dall’Autorità.

Il 1° luglio 2024, il cliente elettrico non vulnerabile che non avrà un contratto in essere sul mercato libero passerà automaticamente al Servizio a Tutele Graduali e verrà assegnato al venditore vincitore dell’asta nella zona in cui si trova. Il Servizio ha durata di poco meno di 3 anni (fino al 31 marzo 2027) e, in mancanza di una scelta espressa, al termine di questo periodo il cliente sarà rifornito sempre dallo stesso venditore sulla base della propria offerta di mercato libero più favorevole.

Naturalmente ogni cliente, vulnerabile o meno, può scegliere in ogni momento di entrare nel mercato libero. Nessun tipo di passaggio da un venditore all'altro comporta l’interruzione della fornitura.

Per il gas i tempi sono diversi, vedi fine tutela gas

In ogni tua bolletta deve essere presente l’indicazione Maggior tutela oppure Mercato libero.

Sei considerato cliente vulnerabile se ti trovi in una delle seguenti condizioni:

  • Hai compiuto 75 anni.
  • Hai diritto a ricevere il bonus sociale elettrico (per livello ISEE) o il bonus per gravi condizioni di salute (tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate dall’energia elettrica)
  • Sei soggetto con disabilità ai sensi dell’art. 3 della Legge 104/92.
  • L’utenza è in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi
  • L’utenza è in un’isola minore non interconnessa.

Nel caso dei percettori di bonus per apparecchiature elettromedicali la vulnerabilità è intesa per il nucleo di residenza, il soggetto per cui è necessaria l’apparecchiatura non deve essere necessariamente intestatario della fornitura. Negli altri casi è invece necessario che il soggetto che ha le caratteristiche elencate sia anche l’intestatario della fornitura.
La vulnerabilità relativa all’utilizzo delle apparecchiature elettromedicali è riconosciuta solo per la fornitura di energia elettrica.

Se vuoi avere più informazioni visita la pagina Arera per il consumatore o chiama il numero verde 800.166.654.

Il tuo venditore dovrebbe già conoscere la tua condizione se hai compiuto 75 anni o se sei percettore di un bonus sociale elettrico.

Se sei un cliente servito in maggior tutela e il tuo venditore ti ha già classificato tra i clienti vulnerabili, non devi fare nulla.

Se sei un cliente servito in maggior tutela e il tuo venditore NON ti ha classificato tra i clienti vulnerabili, per segnalare al tuo venditore la tua condizione di cliente vulnerabile devi utilizzare un apposito modulo per l’autocertificazione della vulnerabilità. 

La segnalazione è necessaria per continuare a usufruire delle condizioni di tutela anche dopo il 30 giugno 2024.

Se sei un cliente servito da un venditore sul libero mercato, in tutte le bollette fino a giugno 2024, il tuo venditore è tenuto a riportare un testo definito dall’Autorità sui diritti dei clienti vulnerabili e sulle condizioni loro destinate.

Anche in questo caso, se hai i requisiti per essere cliente vulnerabile e vuoi essere servito nel servizio di maggior tutela anche dopo il 30 giugno 2024, devi compilare il modulo di autodichiarazione.

Se sei un cliente in maggior tutela e devi effettuare una voltura (cambio di intestatario del contratto di fornitura) durante il 2024 non dovrai pagare il contributo di 23 euro per oneri amministrativi del venditore.

Per i clienti del mercato libero il costo della pratica di voltura dipende da quanto previsto nei singoli contratti.

Sempre nel mercato libero possono esserci, inoltre, ulteriori costi connessi alla sottoscrizione del nuovo contratto tramite voltura: imposta di bollo, se dovuta in base alla normativa fiscale, e deposito cauzionale o altra garanzia, se previsto dal contratto.

Le modalità di determinazione delle condizioni economiche del servizio di Maggior tutela restano quelle attualmente in vigore fino alla fine del servizio.

Se non sei un cliente vulnerabile e non scegli un contratto nel mercato libero entro giugno 2024 passi automaticamente al Servizio a Tutele Graduali con il fornitore selezionato tramite asta in quella zona.

Il Servizio è attivo dal 1° luglio 2024 per poco meno di tre anni (fino al 31 marzo 2027) al termine dei quali, in mancanza di una scelta espressa, continui a essere rifornito dallo stesso venditore sulla base della sua offerta di mercato libero più favorevole.

Le condizioni contrattuali sono definite da ARERA.

Le condizioni economiche sono definite da ARERA sulla base degli esiti delle aste resi pubblici il 6 febbraio 2024 da Acquirente Unico.

Vedi la pagina dedicata al Servizio a tutele graduali

Visualizza maggior informazioni sulla fine della Maggior Tutela per i clienti non vulnerabili 

A partire dal 1° gennaio 2024 è terminato il servizio di tutela gas per i clienti non vulnerabili
Vedi :Fine tutela gas: cosa fare

Se sei un cliente in Maggior tutela, il tuo fornitore ti invierà una comunicazione in bolletta nel periodo tra aprile e giugno 2024, contenente informazioni sul mercato libero nonché, se identificato come non vulnerabile, sul servizio a tutele graduali, o, se identificato come vulnerabile, sulla vulnerabilità.

Se sei un cliente non vulnerabile, dal 1° luglio 2024 terminerà il servizio di maggior tutela e, se non sceglierai nessuna offerta sul libero mercato, cambierà il tuo venditore e ti verrà erogato il servizio a tutele graduali.

L’esercente la maggior tutela, nella bolletta di chiusura, emessa successivamente al 1° luglio 2024, ti avviserà dell’avvenuto passaggio al Servizio di tutele graduali dal 1° luglio 2024. Una volta attivo il Servizio a tutele graduali, il tuo nuovo fornitore dovrà inviarti una comunicazione in esito all’attivazione del servizio in cui si spiega la natura del servizio e le relative condizioni economiche e le informazioni sui diritti dei clienti vulnerabili.

Elenco dei fornitori suddiviso in base alle 26 zone in cui è suddiviso il territorio

Per verificare chi sia il fornitore della Maggior Tutela nella tua zona puoi utilizzare la pagina Ricerca Operatori di ARERA, inserendo la Regione, la Provincia e il Comune

Per confrontare le offerte dei diversi venditori o con il servizio di tutela, puoi utilizzare il portale di ARERA: www.ilportaleofferte.it. Una volta identificata l’offerta che ti interessa contatta il venditore, sarà lui a occuparsi del passaggio (switching).

Se hai ricevuto un’offerta, inserisci il Codice offerta nel portale per confrontarla con tutte le altre presenti.

Ricorda che il venditore è tenuto a consegnare prima della conclusione del contratto la Scheda sintetica dell’offerta, che riassume le condizioni essenziali del contratto e illustra la stima della spesa annua.

I clienti domestici che hanno un contratto nel mercato libero hanno il diritto, fino a fine giugno, di tornare al servizio di Maggior Tutela stipulando un nuovo contratto con l'operatore che gestisce questo servizio nella località in cui si trova l'utenza.

Se non sai chi sia il fornitore della Maggior Tutela puoi cercarlo nella pagina Ricerca Operatori di ARERA, inserendo la Regione, la Provincia e il Comune.

La richiesta di rientro in Maggior Tutela deve essere presentata utilizzando il modulo messo a disposizione dall'operatore. 

All’atto della sottoscrizione del contratto, oltre ai dati del cliente e al numero del POD, verranno chiesti dati fiscali e catastali dell’immobile relativo all’utenza che si vuole trasferire.

In bolletta c'è scritto quanta energia elettrica hai usato negli ultimi 12 mesi e quanto hai speso complessivamente.

Per analizzare i tuoi consumi su un arco temporale più lungo, indipendentemente dai venditori che hai avuto, puoi entrare con la SPID o CIE sul Portale Consumi di ARERA: www.consumienergia.it

Conoscendo i tuoi consumi è più facile scegliere un’offerta sul mercato libero. Lo puoi fare confrontando le diverse offerte sul portale dell’Autorità: www.ilportaleofferte.it.

  • Se sei un cliente VULNERABILE in maggior tutela, per te non cambierà nulla e continuerai a essere fornito nello stesso servizio.
  • Se sei un cliente NON VULNERABILE in maggior tutela e non scegli un contratto nel mercato libero sarai assegnato al Servizio a Tutele Graduali a partire dal 1° luglio 2024.

  • Se sei un cliente sul libero mercato, vulnerabile o non vulnerabile, e vuoi continuare a restare sul libero mercato, non devi fare nulla.
  • Se sei un cliente vulnerabile sul libero mercato e vuoi accedere al servizio di maggior tutela (che per i clienti vulnerabili proseguirà anche oltre il 1° luglio 2024), devi presentare richiesta all’esercente il servizio di maggior tutela della tua zona, che puoi individuare qui. Se non sei già identificato come cliente vulnerabile (cioè la tua condizione di vulnerabilità non deriva dall’età) devi anche inviare all’esercente il servizio di maggior tutela della tua zona il modulo di autocertificazione.
  • Se sei un cliente non vulnerabile sul libero mercato e vuoi tornare al servizio di Maggior Tutela, puoi farlo fino alla scadenza di quest’ultimo (fine giugno perché dal 1° luglio la Maggior Tutela cederà il posto al Servizio a tutele graduali, nel quale i clienti non vulnerabili non potranno entrare).

Oltre alle informazioni che il tuo attuale venditore mette a disposizione puoi consultare il sito ARERA alle pagine ARERA PER IL CONSUMATORE, che vengono costantemente aggiornate, oppure contattare lo Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente di ARERA per il quale è disponibile anche il Numero Verde 800.166.654.