Promozione di regole europee coerenti con le specificità del sistema nazionale

Quadro strategico 2019-2021
Area Energia - C. Promozione di un quadro coerente di regole europee e nazionali
OBIETTIVO STRATEGICO OS22
A fronte della crescente armonizzazione europea delle regole per l'organizzazione dei mercati nazionali dell'energia elettrica e del gas, l'obiettivo dell'Autorità in ambito europeo, in particolare in sede ACER, è quello di accrescere il proprio impegno volto a promuovere lo sviluppo di una normativa sovranazionale rispettosa delle specificità dei sistemi energetici nazionali e regionali e improntata all'efficienza.

La coerenza delle regole europee con il contesto nazionale verrà perseguita attraverso una partecipazione attiva ai tavoli internazionali dove viene definita la normativa secondaria del mercato interno dell'energia (codici di rete e linee guida), le metodologie attuative ad essa collegate e il coordinamento a livello sovranazionale dei diversi soggetti coinvolti (es. definizione della nuova governance delle borse dell'energia, cooperazione regionale fra operatori della trasmissione e sorveglianza dei nuovi soggetti regolati sovranazionali).

Principali linee di intervento

  1. Promozione di decisioni di ACER che rispettino l'architettura central dispatch del sistema italiano nell'ambito dell'adozione delle metodologie previste dai regolamenti europei già in vigore per il settore elettrico (in particolare i regolamenti relativi al disegno dei mercati e alla gestione operativa dei sistemi).
  2. Promozione atti di normativa secondaria (codici di rete e linee guida per il settore elettrico) coerente con gli assetti nazionali, in particolare relativamente ai Centri regionali di controllo, alla funzione del market coupling, agli accumuli, ai servizi ancillari e alla partecipazione della domanda al mercato.
  3. Contributo attivo alle nuove proposte legislative europee relative alle misure per la decarbonizzazione del settore del gas naturale, che dovrebbero vedere la luce nel corso del 2020.
  4. Promozione di un nuovo assetto del mercato europeo del gas naturale che superi la definizione di aree entry-exit nazionali e consenta la copertura dei costi di trasporto attraverso modalità non distorsive del funzionamento dei mercati interconnessi e in grado di massimizzare i benefici per i consumatori finali.
  5. Promozione di un pieno e rapido allineamento al modello di regolazione europea dei regimi regolatori dei paesi extra-UE, in particolare per quelli con cui il sistema elettrico italiano si troverà a essere interconnesso (nel breve periodo Montenegro e area balcanica e nel medio periodo area mediterranea) e collaborazione con i regolatori dell'Energy Community e di Medreg.
  6. Cooperazione con ACER e con i regolatori esteri per l'individuazione delle migliori soluzioni atte a favorire la concorrenza nel mercato nazionale, la sicurezza, la diversificazione e l'economicità degli approvvigionamenti con riferimento alla definizione di opportuni regimi regolatori sovranazionali per la realizzazione (o la dismissione) di infrastrutture di interesse transfrontaliero.
▶ torna all'indice