Orientare la regolazione strategica verso gli obiettivi di sostenibilità sociale, economica e ambientale

Quadro strategico 2022-2025
Temi trasversali - B. Coordinamento su aspetti regolatori intersettoriali

OBIETTIVO STRATEGICO OS6

L'Autorità si propone di orientare la propria regolazione strategica verso obiettivi di sostenibilità sociale, economica e ambientale, anche avvalendosi degli obiettivi e i traguardi fissati dall'Agenda ONU al 2030 per uno "Sviluppo sostenibile" già introdotti in questo Quadro Strategico (vedi Allegato 1). Per il tramite di apposite attività di analisi e studio e dell'interazione con gli stakeholder, l'Autorità intende, inoltre, definire, in coerenza con il quadro normativo nazionale ed europeo, metriche convergenti a livello intersettoriale che possano, integrando il tradizionale strumento di analisi costi/benefici, meglio orientare le scelte di investimento infrastrutturale in modo coerente con il percorso di transizione ecologica del Paese, anche tenendo conto della Tassonomia delle attività eco-compatibili definita dal Regolamento (UE) 2020/852 e successivi atti delegati.

Principali linee di intervento

  1. Promozione delle dimensioni della sostenibilità socio-economica e ambientale del Quadro Strategico 2022-2025 associando ogni obiettivo strategico agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda delle Nazioni Unite al 2030.
  2. Avvio, anche in collaborazione con un apposito Tavolo degli stakeholder, di attività di studio e ricerca per l'individuazione di metriche condivise, fra i settori ambiente ed energia, che potranno essere utilizzate sia per la valutazione dei benefici (in termini di sostenibilità) derivanti dagli investimenti infrastrutturali che nelle attività AIR/VIR.

▶ indice