Documenti collegati

Atti

Scheda tecnica

Aggiornamento della componente QVD delle condizioni economiche del servizio di tutela del gas naturale

Delibera 575/2015/R/gas

27 novembre 2015

Con la delibera  575/2015/R/gas  l'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico aggiorna i valori della componente relativa alla commercializzazione della vendita al dettaglio (QVD) del servizio di tutela del gas a valere dal 1 gennaio 2016, come da tabella.







Componente QVD


PDR nella titolarità di un cliente domestico
PDR relativo a un condominio con uso domestico, con consumi < 200.000 Smc
da 1 gennaio 2016

€/punto riconsegna/anno
58,83
77,26
c€/mc
0,7946
0,7946


Il provvedimento fa seguito al documento per la consultazione 449/2015/R/gas in cui l 'Autorità aveva illustrato i propri orientamenti al riguardo. A seguito delle osservazioni pervenute, si è ritenuto di:
  • determinare il riconoscimento dei costi della morosità, in continuità con la metodologia consolidata, facendo riferimento all'unpaid ratio a 24 mesi dei clienti del mercato libero e del servizio di tutela e considerando, da un lato, la necessità di stimolare l'efficientamento nella gestione del credito e, dall'altro, i limiti che la non accessibilità dei misuratori comporta;
  • confermare l'utilizzo per l'attribuzione dei costi totali ai clienti aventi diritto al servizio di tutela dei dati di unbundling 2014, aggiornando, rispetto alla consultazione, sulla base dei dati di consuntivo divenuti disponibili, la quota (da 80% a 83%) da attribuire ai clienti aventi diritto alla tutela;
  • rivedere, alla luce di quanto emerso in consultazione, le modalità di riconoscimento nell'ambito dei costi operativi dei costi di acquisizione dei clienti e di marketing e le modalità per la determinazione del livello di esposizione media del venditore da considerare per la quantificazione del capitale investito netto, anche al fine di garantire un maggiore allineamento al settore elettrico, in cui la revisione delle componenti della commercializzazione è attualmente in corso di consultazione;
  • confermare, in continuità con il passato, un valore unico a livello nazionale, senza riconoscimenti differenziati dei livelli di morosità;
  • confermare per l'attribuzione dei costi alle due tipologie di clienti (domestici e condomini con uso domestico) le attuali percentuali (97% ai clienti domestici e 3% ai condomini con uso domestico), anche alla luce delle preferenze espresse in ambito di consultazione.
Relativamente all'aggiornamento della componente QVD il provvedimento prevede un aggiornamento annuale, al fine di meglio intercettare le dinamiche di costo, a decorrere dall'1 gennaio di ciascun anno in luogo dell'anno termico.


La scheda ha carattere divulgativo e non provvedimentale.