Documenti collegati

Atti

Scheda tecnica

Definizione dei parametri dell’incentivazione del responsabile del bilanciamento

Delibera 554/2016/R/gas

07 ottobre 2016

in formato pdf icona pdf

Con la delibera 554/2016/R/gas l'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico definisce i parametri numerici degli incentivi - di cui all'Articolo 9 del TIB (Testo Integrato del Bilanciamento) - rivolti al Responsabile del Bilanciamento (RdB),  volti a stimolare l'adozione di azioni di bilanciamento efficienti, coerenti con il funzionamento economico ed efficiente della rete di trasporto.

In particolare, rispetto al documento di consultazione 469/2016/R/gas, la delibera 554/2016/R/gas rivede i livelli degli incentivi prevedendo, per il primo periodo di applicazione del regime di incentivazione, un livello asimmetrico tra i premi conseguibili e la penale massima applicabile, in modo che sia mantenuto costante l'interesse al miglioramento della prestazione e ponendo comunque un limite al rischio posto in capo al Responsabile del Bilanciamento.
Nello specifico, il provvedimento conferma per le performance p2 e p3 i livelli base e target prospettati in consultazione, prevedendo un rafforzamento dell'incentivo al miglioramento della performance complessiva attraverso l'introduzione di un fattore moltiplicativo; per quanto riguarda specificatamente la performance p1, la delibera prevede un andamento lineare dell'incentivo in funzione della performance, determinando il livello base coerentemente con la prestazione media storicamente misurata.

Tali incentivi, che sono definiti su base annuale, saranno soggetti a valutazione dopo il primo semestre di osservazione e di monitoraggio, in modo tale che eventuali premi, relativi al secondo semestre, siano corrisposti  coerentemente con gli sforzi organizzativi e gestionali intrapresi per garantire l'effettivo miglioramento delle performance; parimenti, dopo lo stesso periodo di tempo potranno essere valutate anche specifiche integrazioni al sistema di incentivazione. 


La scheda ha carattere divulgativo e non provvedimentale.